L’edificio più sostenibile d’Europa? E’ in Italia

omnia-energia

Progettato nel 2006, costruito nel 2008 e messo in esercizio nel 2009, è diventato l’edificio energeticamente più sostenibile d’Europa. Si trova in Calabria.

Si trova a Cosenza, in un’area industriale della città, l’edificio più sostenibile d’Europa. Si tratta della sede dell’azienda Omnia Energia. Un posto inaspettato in una nazione inaspettata.

Tutti hanno nel proprio immaginario paesi nordici come quelli scandinavi o la Germania, i modelli più avanzati di costruzioni energeticamente sostenibili. Al massimo ci saremmo potuti aspettare che l’Italia competesse con qualche edificio presente al nord, come il Trentino o il Veneto. Ed invece no. L’edificio più sostenibile si trova nel Sud Italia ed è la sede della Omnia Energia.

Omnia Energia è una delle più importanti compagnie energetiche del sud Italia, specializzata nella vendita di energia elettrica e gas naturale, impianti fotovoltaici e la distribuzione di servizi di efficienza energetica per privati, aziende e pubbliche amministrazioni.

L’impegno della Omnia Energia è stato già premiato nel 2013 ad Hannover, vincendo il “Sustainable Urban Building Contest – 2013”, con il palazzo più sostenibile d’Europa.

La costruzione, anticipa di parecchi anni l’obbligo di costruire edifici sostenibili che andrà in vigore nel 2021. Si basa su soluzioni innovative e low cost, come ad esempio la raccolta delle acque piovane per poi utilizzarle per climatizzare gli ambienti.

La struttura consuma il 70% in meno dell’energia, grazie a un sistema complesso fatto di pareti inclinate e alberi ad alto fusto, muri con cappotto termico, lampade che regolano la luminosità in base alla luce esterna, vetri a bassa trasmittenza e un sistema intelligente di ricambio dell’aria a flussi incrociati.

La mente di tutto questo si chiama Vincenzo D’Agostino, ingegnere di Taurianova, pioniere del risparmio energetico e delle energie rinnovabili.

I laboratori della Omnia Energia intanto continuano a lavorare per nuove soluzioni che favoriscano il risparmio energetico e la sostenibilità ambientale. E’ loro il brevetto di un nuovo dispositivo in grado di monitorare la spesa energetica, applicabile sia alle dimore domestiche che alle grandi costruzioni industriali. Si chiama Omnia Meter, un dispositivo che si collega alla “Borsa Elettrica” ed è in grado di azionare elettrodomestici come la lavatrice o il forno, nel momento in cui l’energia costa meno.

Il futuro, visto da questa prospettiva, è davvero più green!